23/05/2020

nostalgia canaglia

Stavamo benissimo: sveglia, caffè, spesa razionata, mascherina, autocertificazione, e la sera a letto dopo Conte, come con Carosello.

(Michele Masneri da Il Foglio di oggi)

09/05/2020

06/05/2020

fase 2 da qui non si passa

Il parco di Villa Angeletti è aperto ma qualcuno deve avere perso la chiave di questo cancello.

22/03/2020

le rane bollite

Il sito dell'Istat, fra le varie fornisce anche le statistiche sulla mortalità, purtroppo con un ritardo di 2 anni, quindi per avere i numeri certi dell'attuale mortalità dovremo attendere due anni, ma....
Proviamo a fare un breve confronto.
In Italia abbiamo cominciato a rilevare il coronavirus il 21 febbraio scorso, e ieri faceva giusto 1 mese.
I dati di ieri, 21 marzo, ci dicono che i morti "con" il coronavirus in questo mese sono stati 4.825.
Le statistiche di mortalità del 2017 (ultimo anno disponibile) ci dicono che le morti per malattie del sistema respiratorio sono state 51.918, quindi con una media di 4.327 morti per mese.
Delle 51.918 morti per malattie del sistema respiratorio solamente 681 erano riconducibili ad una sola causa, mentre il resto erano dovute al concorso di più cause o patologie. Per questo credo che sia corretto dire morti "con" e non "per" il coronavirus.

Questi ovviamente sono calcoli superficiali, che andrebbero approfonditi per periodo e zona omogenea, tutte informazioni che forse saranno disponibili fra due anni.

Intanto però nel mondo intero l'economia e la libertà delle persone stanno facendo la fine della rana bollita e questo è uno degli effetti collaterali dell'attuale sistema informativo mondiale, che amplifica le paure dei cittadini, che siano giustificate o meno dai fatti.
Nel 1918 l'influenza spagnola uccise il 5 percento della popolazione mondiale (si stima 100 milioni su 2 miliardi), ma non c'era internet ed il mondo non si fermò come adesso. 

Ora siamo chiusi in casa, ma possiamo chattare e guardare film in streaming.

Almeno fino a quando potremo permettercelo.


19/03/2020

mi sento asintomatico

Non sto tanto bene
Ma non sto neppure male
Insomma, mi sento
Asintomatico

29/02/2020

continuo

Continuo ad essere poco convinto che per ripulire il Navile sia necessario fare una simile strage di alberi

Gli strani effetti del coronavirus

Code fuori dai musei (mambo 29.02.2020 ore 15.44)

22/02/2020

20/02/2020

Navile senza pace

Che il canale Navile sia sporco è cosa nota (@@).

Ma non è certo colpa degli alberi cresciuti sulle sue sponde.

Non riesco quindi a capire perché in questi giorni sia ripresa una campagna di abbattimento degli alberi in grande stile, dopo che nei mesi scorsi ne era già stata fatta una strage.